Visualizzazione di 3-4 di 4 risultati

  • In offerta!

    Bruno Rocco Pace – Il mio primo Contrabbasso – Metodo per autodidatta – Vol. 3 (E-Book)

    11,00

    Bruno Rocco Pace – Il mio primo Contrabbasso – Metodo per autodidatta – Vol. 3 (E-Book)

    Elementi teorici essenziali, scale, arpeggi, intervalli, approccio facilitato.

    Raccolta di studi facili per la didattica dell’esecuzione e interpretazione del contrabbasso.
    “Il mio primo contrabbasso” è una raccolta di studi facili, divisa in tre volumi, rivolta a chi vuole intraprendere lo studio del contrabbasso.
    Il primo volume è dedicato all’approccio dello strumento e i principali argomenti affrontati sono: la postura; l’approccio alla scuola dell’arco francese; lo studio delle prime posizioni sul manico; cenni sulla tecnica del pizzicato.
    Nel secondo volume sono presenti scale e arpeggi con diteggiature consigliate; si prosegue con gli studi sulla condotta dell’arco con varianti e colpi d’arco; si continua con lo studio delle posizioni al manico. Nell’ultima sezione sono presenti alcuni studi dedicati alla musica jazz.
    Nel terzo volume si continua il lavoro sulle scale maggiori e minori, sono presenti studi per consolidare la condotta dell’arco e studi fino alla quinta posizione. Nell’ultima sezione sono presenti sei facili duetti, per due contrabbassi.

  • In offerta!

    Marco Di Natale – Walkin’ Bass – Tecniche e rudimenti per il Contrabbasso (E-Book)

    11,00

    Marco Di Natale – Walkin’ Bass – Tecniche e rudimenti per il Contrabbasso (E-Book)

    Esercizi avanzati per contrabbassisti, spunti di riflessione approfonditi nella costruzione melodica di linee di basso.
    Contiene trascrizioni di linee di bassisti noti su brani celebri.

    Conoscendo la vasta esperienza di Marco Di Natale in campo pratico ritengo che questo lavoro sia il frutto di ciò che è stato realmente vissuto e maturato nel tempo dall’autore stesso in seguito ai tanti concerti, alle numerose produzioni e alle lunghe sedute di registrazione fatti in decenni di attività ed in collaborazione con grandi musicisti: in parte ne sono testimone anch’io avendoci collaborato in più occasioni.
    Io penso che l’originalità di questo metodo risieda nella parte in cui l’autore elabora ed elenca una serie di formule numeriche da applicare alle varie armonie di uno standard. Ritengo che ciò non sia assolutamente un lavoro meramente stenografico e riduttivo ma al contrario, stimoli la creazione di schemi da applicare estemporaneamente visto che la pratica del walkin’ si realizza come pratica improvvisativa e cioè si pensa all’armonia e si suona una linea di basso nel momento stesso.
    Inventare una linea di basso è come inventare una melodia ma in più bisogna garantire il sostegno ritmico-armonico.
    Queste formule non vanno applicate in maniera totalitaria ma sono a sostegno dell’originalità creativa di chi suona.